Questo sito ricorre ai cookies per ottimizzarne l'utilizzo da parte del visitatore. Continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire, clicca qui.

LOGIN

Domenica, 28 novembre 2021

     
HOME Notizie Previdenza Denuncia di infortunio per personale scolastico e studenti positivi al Covid
27 Apr 2021

Denuncia di infortunio per personale scolastico e studenti positivi al Covid

L’INAIL, con nota n. 3159 del 17/03/2021, ha fornito utili indicazioni riguardanti la denuncia di infortunio per il personale scolastico e gli studenti risultati positivi al Covid e per eventuali infortuni accaduti durante la didattica a distanza (DAD) o la didattica digitale integrata (DDI).

Nella nota l'Istituto conferma che i dirigenti scolastici, gli insegnanti, gli educatori e tutto il personale ATA, se la prestazione lavorativa è resa in presenza, sono senz’altro esposti ad un elevato rischio di contagio, in quanto l’attività lavorativa presuppone il contatto con gli studenti e con altri soggetti.

L'Inail specifica inoltre che nell’ipotesi di contagio in occasione di lavoro la responsabilità del datore di lavoro è ipotizzabile solo in caso di violazione della legge o di obblighi derivanti dalle conoscenze sperimentali o tecniche, che nel caso dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 si possono rinvenire nei protocolli e nelle linee guida governativi e regionali.

L’Inail è sempre tenuto a verificare caso per caso le circostanze dell’infortunio denunciato, anche perché è sempre ammessa la prova contraria (il contagio, ad esempio, potrebbe essere avvenuto in ambito familiare). Il datore di lavoro non deve pertanto effettuare alcuna valutazione in merito alla ricorrenza della cosiddetta presunzione semplice, né tanto meno in relazione alla sussistenza dell’occasione di lavoro, perché tale attività è riservata dalla legge all’Inail. Il dirigente scolastico ha l'obbligo sempre e comunque di trasmettere la denuncia di infortunio, nei termini previsti, indipendentemente da ogni valutazione circa la ricorrenza degli estremi di legge per l’indennizzabilità.

Analogo discorso riguarda gli infortuni degli studenti, che ricordiamo essere assicurati all'Inail se adibiti alle seguenti attività:

  • a) esperienze tecnico-scientifiche, esercitazioni pratiche e di lavoro;
  • b) attività di educazione fisica nella scuola secondaria;
  • c) attività di scienze motorie e sportive, nonché attività di alfabetizzazione informatica e di apprendimento di lingue straniere con l’ausilio di laboratori nella scuola primaria e secondaria;
  • d) viaggi di integrazione della preparazione di indirizzo.

La nota infine si occupa anche della copertura assicurativa per studenti e insegnanti per infortuni accaduti durante la didattica a distanza (DAD) o la didattica digitale integrata (DDI) per la parte non in presenza e obbligo generalizzato per gli insegnanti.

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter