Questo sito ricorre ai cookies per ottimizzarne l'utilizzo da parte del visitatore. Continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire, clicca qui.

LOGIN

Domenica, 31 maggio 2020

     
HOME Notizie Amministrazione Coronavirus, alcune delle scadenze da prorogare
03 Mar 2020

Coronavirus, alcune delle scadenze da prorogare

Come abbiamo già più volte segnalato anche noi di Sinergie, la proroga delle misure di contenimento del contagio da COVID-19 in alcune Regioni porta con sè inevitabilmente anche ritardi sul lavoro amministrativo delle scuole oltre che delle attività didattiche (esempio le visite e viaggi di istruzione).

Fra le scadenze più imminenti, la FLC CGIL segnala in particolare:

  • Rilevazione osservatorio digitale (28 febbraio)
  • Trasmissione all'Agenzia delle Entrate delle Certificazioni Uniche (CU 2020) contenente i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale e alle certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi corrisposti nel 2019 (9 marzo) e rilascio certificazione unica agli interessati (31 marzo)
  • Domande part-time (15 marzo)
  • Predisposizione conto consuntivo con invio ai revisori (15 marzo)
  • Comunicazioni di risoluzione del rapporto di lavoro per limiti di età
  • Rendicontazioni Progetti Europei
  • Rilevazione alunni e inserimento organici a SIDI (dal 6 marzo le funzioni sono disattivate)
  • Proroga contratti supplenza temporanea in scadenza durante i periodi di sospensione dell’attività didattica. Se l’assenza del titolare si prolunga per un lasso ragionevole di tempo la didattica a distanza non può che essere attivata tramite la proroga dei contratti di supplenza ed è necessario assicurare lo svolgimento delle attività indifferibili del personale ATA.
  • Sospensione viaggi di istruzione. Il termine del 15 marzo non appare più sufficiente mentre sembra, invece, ragionevole prendere in considerazione il prolungamento della scadenza al 15 aprile, dal momento che sorge anche  il problema dei paesi stranieri che rifiutano gli ingressi provenienti dall’Italia e nel contempo le stesse famiglie ritirano l'autorizzazione già concessa ai figli. Le scuole rischiano di trovarsi in seria difficoltà con un sicuro contenzioso giacché le agenzie di viaggio, anch’esse naturalmente in difficoltà, stanno chiedendo gli anticipi relativi ai viaggi programmati con partenza nella seconda metà di marzo e in aprile.

Trattandosi di scadenze nazionali - scrive la FçC CGIL - la proroga dei termini non può che riguardare l’intero territorio nazionale.

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter