Questo sito ricorre ai cookies per ottimizzarne l'utilizzo da parte del visitatore. Continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire, clicca qui.

LOGIN

Giovedì, 15 novembre 2018

     
HOME Le Notizie Previdenza Espero, lettera Informativa ai neo-assunti
14 Set 2017

Espero, lettera Informativa ai neo-assunti

Espero ha indirizzato ai nuovi assunti della scuola una lettera informativa per illustrare i vantaggi dell'adesione al Fondo di previdenza complementare.

Aderendo a “Fondo Espero”, ad esempio:

  • si può decidere quanto versare: la quota del contributo mensile potrà essere compresa tra un minimo dell'1% e un massimo dell'11% della retribuzione lorda mensile e verrà versata al Fondo direttamente dall'Amministrazione. Ipotizzando uno stipendio annuo lordo di 24.000 € e una contribuzione del'1%, verranno versati alla pensione complementare circa 20 € al mese;
  • si beneficia del contributo obbligatorio dello Stato: con la adesione al Fondo, lo Stato dovrà versare sul conto pensionistico un importo pari all'1% della tua retribuzione lorda mensile. Considerando uno stipendio lordo medio annuo di 24.000 €, significa beneficiare di 20 € mensili che si sommano a quanto versato dal dipendente;
  • si gode di vantaggi fiscali: le somme versate sul conto pensionistico sono dedotte fiscalmente dal reddito complessivo;
  • si può decidere di destinare ai fini pensionistici solo una parte di quanto accumulato nel Fondo a fine carriera facendoti liquidare immediatamente la restante parte;
  • si possono chiedere anticipazioni a fronte di determinati eventi previsti dalle legge (acquisto o ristrutturazione prima casa, spese sanitarie, ecc.).

L'adesione avviene esclusivamente attraverso il portale NoiPa. All'atto della sottoscrizione del contratto nella prima scuola il neo-assunto deve quindi chiedere l'invio del PIN autorizzativo del portale NoiPa, 

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter