Questo sito ricorre ai cookies per ottimizzarne l'utilizzo da parte del visitatore. Continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire, clicca qui.

LOGIN

Martedì, 17 ottobre 2017

     
HOME Le Notizie Miur Domande esami di Stato II ciclo entro il 30 novembre 2017
12 Ott 2017

Domande esami di Stato II ciclo entro il 30 novembre 2017

L’annuale circolare riguardante i termini e le modalità di presentazione delle domande di partecipazione agli esami di Stato conclusivi del secondo ciclo di istruzione per l’a.s. 2017/2018 è la C.M. n. 8 del 10/10/2017

La norma riepiloga tutte le scadenze di cui le istituzioni scolastiche e i candidati (interni ed esterni) dovranno tener conto:
 
30 novembre 2017 > termine di presentazione delle domande da parte di:

  • Alunni dell’ultima classe (Candidati interni)
  • Candidati esterni    
  • Alunni in possesso del diploma professionale di tecnico (Regione Lombardia)    
  • Alunni in possesso del diploma professionale di tecnico (Province Autonome di Trento e Bolzano)    
  • Candidati detenuti

31 gennaio 2018 > termine di presentazione delle domande da parte di:

  • Alunni della penultima classe per abbreviazione per merito (Candidati interni)
  • Domande tardive limitatamente a casi di gravi e documentati motivi da parte di candidati interni ed esterni.

20 marzo 2018 > termine di presentazione delle domande da parte di:

  • Alunni con cessazione della frequenza delle lezioni dopo il 31 gennaio e prima del 15 marzo (Candidati esterni).

Pagamento della tassa per esami e del contributo

Il versamento della tassa erariale per esami da parte dei candidati interni è richiesto dalle istituzioni scolastiche all’atto della domanda di partecipazione all’esame di Stato.

Il pagamento della tassa erariale per esami deve essere effettuata dai candidati esterni al momento della presentazione della domanda di partecipazione all’esame di Stato.

Per quanto riguarda il pagamento dell’eventuale contributo da parte dei candidati esterni, esso deve essere effettuato e documentato all’istituto di assegnazione dei candidati, successivamente alla definizione della loro sede d’esame da parte del competente Direttore generale o del Dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale.

Il versamento del contributo da parte di candidati esterni nella misura richiesta, regolarmente deliberata dal consiglio d’istituto di ogni singola istituzione scolastica, è dovuto esclusivamente qualora essi debbano sostenere esami con prove pratiche di laboratorio.

Il contributo è restituito, ad istanza dell’interessato, ove le prove pratiche non siano state effettivamente sostenute in laboratorio. 

La misura del contributo deve, comunque, essere stabilita con riferimento ai costi effettivamente sostenuti per le predette prove di laboratorio.

In caso eventuale di cambio di assegnazione d’istituto, il contributo già versato viene trasferito, a cura del primo, al secondo istituto, con obbligo di conguaglio ove il secondo istituto abbia deliberato un contributo maggiore ovvero con diritto a rimborso parziale ove il contributo richiesto sia di entità inferiore.

Compiti del Dirigente scolastico

L'accertamento del possesso dei requisiti dei candidati esterni è di competenza del dirigente scolastico dell'istituto sede d'esame cui essi sono stati assegnati dal Direttore generale o dal Dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale.

Il Dirigente scolastico dell’istituto al quale è stata assegnata la domanda dei candidati, ha l’obbligo di effettuare, anche a campione, idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive.

Lo stesso, se necessario, invita i candidati a perfezionare l’istanza. Il predetto adempimento deve essere effettuato prima della formulazione delle proposte di configurazione delle commissioni di esame.

Il Dirigente scolastico è tenuto a comunicare immediatamente al Direttore Generale o al Dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale eventuali irregolarità non sanabili riscontrate.

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter