Questo sito ricorre ai cookies per ottimizzarne l'utilizzo da parte del visitatore. Continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire, clicca qui.

LOGIN

Venerdì, 05 giugno 2020

     
HOME Notizie Miur Coronavirus e formazione del personale
27 Mar 2020

Coronavirus e formazione del personale

La nota 278 del 6/03/2020 ha previsto che "fino al cessare dell'emergenza e comunque fino a diversa comunicazione delle autorità competenti, le attività formative rivolte ai docenti neoassunti 2019-2020 (nota DGPER prot.n. 39533 del 4/9/2019), ai docenti impegnati sulle attività di sostegno (nota DGPER prot.n. 2215 del 26/11/2019) ai docenti in servizio (nota DGPER prot. n. 49062 del 28/11/2019), ai dirigenti scolastici neoassunti a.s.2019- 2020 (nota DGPER prot. n. 48961 del 27/11/2019) e in generale tutte le iniziative di formazione riguardanti il personale della scuola dovranno essere realizzate con modalità telematiche svolte a distanza".

Con nuova nota 7304 del 27/03/2020 il M.I. ha fornito "Indicazioni operative per lo svolgimento delle attività di formazione in servizio dei docenti, nonché delle attività di formazione dei docenti neo immessi in ruolo e dei dirigenti scolastici neoassunti, alla luce delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 assunte".

Formazione in servizio dei docenti

Il Decreto legge n.18 del 17/03/2020 ha previsto all'art. 120 comma 1 lettera c) che 5 milioni di euro siano destinati, nel 2020, alle istituzioni scolastiche per la formazione del personale scolastico sulle metodologie e tecniche per la didattica a distanza. Con decreto del Ministro dell'istruzione, le suddette risorse finanziare saranno ripartite tra le istituzioni scolastiche.

La norma prevede inoltre che, per lo stesso fine, possa essere utilizzato anche il fondo di cui all'articolo 1, comma 125, della legge 13 luglio 2015, n. 107. Pertanto, in attesa che sia adottato il sopracitato D.M. e che vengano assegnate le relative risorse per la formazione, le scuole polo per la formazione, con parte delle risorse già a disposizione (di cui alla nota DGPER prot.n.49062 del 28/11/2019), avranno cura di programmare, sulla base dei bisogni delle istituzioni scolastiche del territorio, percorsi formativi finalizzati al potenziamento delle competenze dei docenti sulle metodologie e tecniche per la didattica a distanza, anche facendo riferimento ai contenuti pubblicati nella sezione dedicata del sito web del Ministero dell'Istruzione.

Dirigenti scolastici neoassunti

L'attività di accompagnamento rispetto al calendario delle scadenze più significative dell'anno scolastico di una durata pari a 25 ore, qualora non ancora conclusa, dovrà essere realizzata in parte in modalità on-line sincrona o asincrona (minimo 15 ore), e in parte attraverso un'autoformazione (max 10 ore). Le attività di accompagnamento potranno riguardare anche le specifiche azioni messe in campo in questo momento di emergenza.

Anche le attività di formazione di cui all'art. 5 del D.M. 956/2019 dovranno essere organizzate utilizzando strumenti on-line e favorendo la dimensione laboratoriale degli incontri, basati sullo scambio di esperienze, su problematiche professionali e sulle modalità di gestione della istituzione scolastica nei diversi contesti operativi.

Al fine di garantire l'attestazione dell'effettiva partecipazione dei dirigenti scolastici alle attività formative di cui all'art. 5 del D.M. 956/2019, qualora non sia possibile tracciarne la presenza nelle sessioni on line, ciascun dirigente scolastico compila una autodichiarazione con la quale attesta la partecipazione ai percorsi formativi proposti, il numero di ore effettuate in presenza e on-line (minimo 25 ore) e il numero di ore in autoformazione che non potranno essere superiori alle 25 ore. Tale autodichiarazione è trasmessa al direttore del corso, unitamente alla eventuale documentazione didattica concordata all'inizio del corso.

Analogamente il dirigente che svolge funzioni di tutor attesterà - nell'ambito della relazione finale che è tenuto a redigere per ogni dirigente neo-assunto - l'assolvimento degli impegni di tutoring e di accompagnamento formativo previsti dall'art. 4 del D.M. 956/2019.

L'attività svolta a distanza per via dell'emergenza da COVID-19 è a tutti gli effetti valida per il computo dei 180 giorni di "servizio effettivo".

Con nota successiva della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione verranno fornite indicazioni sull'avvio e l'utilizzo della piattaforma on-line (cartella del dirigente scolastico in anno di formazione e prova).

Docenti neoassunti

Il percorso di formazione e prova dei docenti neoassunti (di cui al D.M. n.850/2015) è caratterizzato da attività che generalmente vengono svolte in presenza. Si fa riferimento in particolare ai laboratori formativi (art. 8) e all'attività di peer to peer (art. 9). Inoltre, questo è il terzo anno scolastico in cui è prevista anche l'attività sperimentale di visiting in scuole innovative, indirizzata a 3.000 docenti neoassunti sul tutto il territorio nazionale.

Anche per queste attività formative è pertanto necessario individuare modalità di formazione on- line a distanza.

Laboratori formativi

I laboratori formativi, caratteristici dell'anno di formazione e prova, sono generalmente articolati in quattro incontri di 3 ore ciascuno sui temi previsti dal DM 850/2015. Ferma restando la complessiva durata di 12 ore di fruizione totale per i laboratori, il M.I. consiglia di proporre per ogni docente neo-assunto la frequenza di due soli laboratori in modalità a distanza, in modo da dedicare un tempo adeguato sia alle attività in sincrono (video lezioni, interazione nella classe virtuale, ecc.) sia ai momenti di preparazione, studio personale e rielaborazione, con un feedback finale assicurato dal formatore. Il ruolo del formatore dovrà essere improntato a facilitare le relazioni tra i docenti neoassunti, anche in questo nuovo contesto formativo. I laboratori sono gestiti a distanza, attraverso strumenti sincroni e asincroni alcuni dei quali segnalati attraverso l'apposita sezione del ministero dedicata alla didattica on-line, e sono eventualmente realizzati anche con il sostegno ed il coinvolgimento della istituzione scolastica del neoassunto per il tramite dell'animatore digitale e/o delle equipe territoriali formative per il supporto alle innovazioni didattiche.

Sul sito web di INDIRE, nella sezione neoassunti dell'a.s. 2019-2020 sono consultabili alcuni esempi di articolazione e di metodologie utili per la realizzazione di laboratori on-line.

Lo svolgimento dei laboratori on-line presuppone una familiarità dei formatori con gli strumenti online. La scuola polo per la formazione avrà cura di assicurare una infrastruttura tecnica e funzionale che renda disponibili ambienti di lavoro sincroni (strumenti di videoconferenza, webinar, chat, classi virtuali, etc.) e asincroni (es. repository per condivisione materiali) e supporto specialistico di tutoraggio online (es. animatore e team digitale e/o equipe territoriale per l'innovazione).

Peer to peer

Il peer to peer è una delle attività fondamentali dell'anno di formazione e prova. Nelle 12 ore previste per questa attività si esplica la parte più significativa della relazione tra il docente neoassunto e il suo tutor accogliente. Tale attività prevede la progettazione, l'osservazione strutturata e reciproca dell'azione didattica nelle rispettive classi, la rielaborazione condivisa di quanto osservato. Dovendo e volendo sperimentare questa attività durante il tempo della sospensione della didattica in presenza, il M.I. suggerisce di effettuare la progettazione- osservazione relativamente alle occasioni di didattica a distanza che ciascun docente sta mettendo in atto nelle reciproche classi.

Rimangono utili per l'attività peer to peer le griglie di osservazione per l'attività didattica disponibili nel Toolkit dell'ambiente online neoassunti.indire.it, avendo cura di trasporre, in modo adeguato, le attività svolte on-line con particolare riguardo alla centralità della relazione educativa, anche nelle situazioni a distanza, mediate dalle tecnologie.

Visiting in scuole innovative

L'attività del "visiting" in scuole innovative, tra le tante attività in presenza è sicuramente quella che può subire la maggiore variazione rispetto a quanto già pianificato. L'incontro organizzato della visita di studio non è facilmente mutuabile nel suo equivalente "a distanza". Tuttavia, se nello spirito dell'iniziativa sperimentale vi è l'intento di "andare ad incontrare istituzioni scolastiche che offrono spunti innovativi ed esempi di buone pratiche" è importante cogliere l'occasione per prendere contatto (in modo virtuale e attraverso incontri on-line) con le buone pratiche condivise dalle scuole anche per far fronte al momento di emergenza, così da diffondere metodi innovativi e strumenti operativi per facilitare la nascita di reti di collaborazione permanenti tra docenti di istituzioni scolastiche differenti. Si tratterà quindi di organizzare momenti on-line sincroni e asincroni con le istituzioni scolastiche individuate dagli USR e analizzarle secondo una griglia strutturata per la quale si può far riferimento, a titolo di esempio, a quella suggerita in "Visiting e formazione docente" del sito di INDIRE.

Valutazione dell'anno di formazione dei neoassunti docenti

In proposito il Ministero si riserva di inviare ulteriori indicazioni in merito alle fasi conclusive della valutazione del periodo di prova per ogni docente neo-assunto, che al momento vengono confermate nella configurazione prevista dal D.M. 850/2015.

E conclude con una raccomandazione ai docenti neoassunti: curare con particolare attenzione la documentazione "virtuale" sul proprio periodo di prova e formazione che viene richiesta dalla piattaforma INDIRE, con gli opportuni adattamenti dovuti alla particolare situazione.

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter