LOGIN

Domenica, 20 aprile 2014

     
HOME Le Notizie Miur Campionati studenteschi e progetti per l'avviamento alla pratica sportiva
06 Dic 2013

Campionati studenteschi e progetti per l'avviamento alla pratica sportiva

In questi giorni il Miur ha dettato istruzioni alle scuole in merito alle attività di avviamento alla pratica sportiva e ai Campionati Studenteschi a.s. 2013-2014.

Dopo la nota prot. n. 7885 del 3/12/2013, ha trasmesso la nota prot. n. 7888 del 4/12/2013, cui è allegato il progetto tecnico.

Campionati studenteschi e tornei “Classi in Gioco”

La partecipazione è riservata alle scuole secondarie di primo e secondo grado ed è subordinata alla costituzione dei Centri Sportivi Scolastici (CSS) con apposita delibera degli organi collegiali di ciascuna istituzioni scolastica. L’istituzione del CSS non deve essere rinnovata all’inizio di ogni anno scolastico, ma eventualmente aggiornata. Il CSS ha validità fino a nuova istituzione per modifiche interne all’organigramma.

Le Istituzioni scolastiche dovranno provvedere, con procedura on-line sul sito www.campionatistudenteschi.it ad effettuare le seguenti operazioni:

Entro il giorno 20 dicembre 2013:

  1. effettuare la richiesta delle risorse finanziarie ai sensi dell’art. 87 CCNL;
  2. comunicare la costituzione/conferma del CSS;
  3. inserire la delibera di adesione all’attività sportiva per l’anno scolastico in corso;
  4. provvedere alla nomina dei docenti partecipanti.

A partire dal giorno 9 dicembre 2013:

  1. effettuare l’iscrizione ai CS specificando le discipline a cui si intende partecipare;
  2. associare gli alunni partecipanti a ciascuna disciplina.

Il progetto tecnico allegato alla nota descrive nel dettaglio tutte le procedure, la documentazione necessaria e le varie fasi di svolgimento dei campionati. Merita attenzione il paragrafo riguardante l'assistenza sanitaria, in considerazione delle nuove norme introdotte dalla legge n. 125 del 30/10/2013, che ha modificato il comma 2 dell'art. 42 bis della Legge 9/08/2013 n. 98. Si riporta di seguito la modifica introdotta:

All'articolo 42-bis del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, il comma 2 è sostituito dal seguente: "2. I certificati per l’attività sportiva non agonistica, di cui all'articolo 3 del citato decreto del Ministro della salute 24 aprile 2013, sono rilasciati dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport ovvero dai medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano. Ai fini del rilascio di tali certificati, i predetti medici si avvalgono dell'esame clinico e degli accertamenti, incluso l'elettrocardiogramma, secondo linee guida approvate con decreto del Ministro della salute, su proposta della Federazione nazionale degli ordini dei medici-chirurghi e degli odontoiatri, sentito il Consiglio superiore di sanità. Dall'attuazione del presente comma non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica".

Quindi, per tutti gli studenti partecipanti ai CS, fino alla fase regionale, è previsto il possesso del certificato di idoneità all’attività sportiva non agonistica così come descritto dall’art. 3 del Decreto del Ministero della Salute del 24/04/2013, modificato dall’art. 42 bis della Legge 9 agosto 2013 n. 98 di conversione del D.L. n. 69/20131. Le certificazioni rilasciate precedentemente alla nuova normativa sono valide fino alla scadenza indicate sulle stesse.

Invece, per tutti gli studenti partecipanti alle fasi nazionali dei CS è previsto il possesso del certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica a norma del D.M. Del 18/02/1982. Gli alunni con disabilità partecipanti alle fasi nazionali dovranno essere obbligatoriamente in possesso dell’idoneità medica specialistica rilasciata ai sensi del D.M. 4 marzo 1993. Le certificazioni mediche dovranno essere depositate e custodite presso la segreteria della scuola di appartenenza.

Attività di avviamento alla pratica sportiva

In data 26 novembre 2013 il MIUR e le OO.SS. hanno sottoscritto un'Intesa finalizzata alla ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 85, 87 del CCNL 2006/2009 del comparto scuola, nella quale sono stati definiti i valori unitari e i criteri utili per la ripartizione dei fondi tra le istituzioni scolastiche ed in particolare per le attività complementari di educazione fisica (art. 87 CCNL 2006- 2009).

Tra le disposizioni dell'Intesa, all'art. 4 è previsto per le attività complementari di educazione fisica un finanziamento di € 20.280.000,00 che, diviso per il numero complessivo delle classi di istruzione secondaria in orgarùco di diritto, determina una quota base di € 106,44 per ciascuna classe di scuola secondaria dell' organico di diritto, così come risulta dalle scritture informatiche su SIDI.

Ogni scuola dovrà quindi progettare l'attività nel limite della risorsa comunicata dal Miur. Con successivo avviso sarà assegnato un finanziamento pari al valore totale dei progetti validati dal Ministero. La liquidazione e il pagamento della risorsa da parte della Direzione generale per la politica finanziaria e per il bilancio sono comunque subordinati all'effettiva realizzazione dei progetti di avviamento alla pratica sportiva, che dovrà essere
comunicata attraverso il portale: www.campionatistudenteschi.it.

Le scuole hanno tempo fino al 20 dicembre per inserire i dati richiesti.

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter