Questo sito ricorre ai cookies per ottimizzarne l'utilizzo da parte del visitatore. Continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire, clicca qui.

LOGIN

Sabato, 15 agosto 2020

     
HOME Notizie Giurisprudenza Licenziato il dipendente che va a caccia mentre è in malattia
19 Apr 2016

Licenziato il dipendente che va a caccia mentre è in malattia

È legittimo il licenziamento di un lavoratore che durante l'assenza per malattia aveva partecipato ad una battuta di caccia all’estero.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 6054 del 29/03/2016, riconoscendo legittima la sanzione del licenziamento, in quanto il lavoratore, mentre è in malattia, deve astenersi da condotte che possano in qualche modo ritardare la guarigione. Infatti, secondo la Corte, il lavoratore in questione aveva l'obbligo di evitare viaggi e attività venatorie gravementi stressanti per il fisico e per questo tali da impedirne la guarigione.

Inoltre, nel caso di specie, il lavoratore aveva aggiunto ai giorni di malattia la fruizione di congedi parentali. Per la Cassazione, anche in questo caso l'uso improprio dei congedi costituisce grave violazione dei doveri di correttezza e buona fede.

Logo SinergieSinergie di Scuola è un'iniziativa editoriale di HomoFaber Edizioni. Da oltre dieci anni nel campo dell'informazione scolastica e della pubblica amministrazione.

Resta in contatto

Newsletter